Rimborsovoli.it - richiedi il rimborso del biglietto aereo
VAI AL SITO
  Info voli

Pagina 2 di 169 1 2 3 4 5 6  [ S U C C >> > ]

  Il volo Vueling VY6002 Firenze – Barcellona del 12 Giugno 2019 ha subito un ritardo aereo di oltre 3 ore: i passeggeri devono essere risarciti
In questo caso i passeggeri possono ottenere dalla compagnia aerea un rimborso pari ad € 250,00. 
 
Gli Avvocati di Rimborsovoli.it agiranno contro il vettore per ottenere tale importo a favore dei passeggeri.
 
Per avere maggiori informazioni e/o avviare la procedura gratuita di rimborso, contattateci compilando il nostro form o inviando una mail a info@rimborsovoli.it

  Più di sei ore di ritardo del volo, easyJet condannata a risarcire un passeggero del Milano-Catania

Il passeggero di un volo che abbia raggiunto la sua destinazione con un ritardo pari o superiore alle tre ore, rispetto all’orario di arrivo previsto, ha diritto al rimborso, stabilito dal Regolamento CEE n.261/2004. E’ il principio ribadito dal Giudice di Pace di Busto Arsizio in una sentenza del 3 maggio 2019 (n.441) che, accogliendo un ricorso dei legali di Rimborsovoli.it, portale dedicato alla tutela gratuita dei viaggiatori, ha condannato easyJet Airline Company Ltd a risarcire il danno subito da un passeggero diretto da Milano a Catania.

La vicenda ha coinvolto un passeggero imbarcatosi con la sua famiglia lo scorso luglio dall’Aeroporto di Malpensa, il quale, a causa del ritardo del volo EZY2849, era giunto a Catania in piena notte, alle ore 02:18, con 6 ore e 58 minuti di ritardo rispetto all’orario di arrivo originariamente previsto (19:20). Per questo, si era rivolto al servizio di Rimborsovoli.it per chiedere al competente Giudice di Pace di Busto Arsizio il risarcimento previsto dalla normativa comunitaria. I passeggeri che subiscono una cancellazione del volo o una perdita di tempo pari o superiore a tre ore, ossia quando giungono alla loro destinazione finale tre ore o più dopo l’orario d’arrivo previsto, hanno diritto, secondo l’art.7 del Regolamento CEE N.261/2004, ad una compensazione pecuniaria pari a: 250 euro per tutte le tratte inferiori o pari a 1.500 chilometri; 400 euro per tutte le tratte intracomunitarie superiori a 1.500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra i 1.500 e 3.500 chilometri; 600 euro per tutte le altre tratte aeree superiori a 3.500 chilometri. 

In risposta a Rimborsovoli.it, la compagnia easyJet aveva giustificato il ritardo con il fatto che l’aeromobile in questione era destinato, prima del volo EZY2849, a collegare Malpensa all’aeroporto di Londra Gatwick, la cui pista in quelle ore era stata interessata da un incidente occorso ad un aeromobile di un’altra compagnia (esplosione di una gomma). “Tale evento ha reso necessari interventi di verifica e messa in sicurezza, costringendo il controllore del traffico aereo a chiudere l’aeroporto stesso al fine di garantire la sicurezza delle operazioni. A causa dell’incidente e della conseguente chiusura dell’aeroporto di Londra, l’aeromobile (G-EZOL), preposto ad operare il volo in questione, proveniente da Londra e diretto a Malpensa, cumulava, durante le tratte precedenti, un significativo ritardo che necessariamente si ripercuoteva sul volo EZY2849”. Pertanto, essendo il ritardo di tale volo conseguenza delle suddette circostanze eccezionali, secondo easyJet, la richiesta di risarcimento andava respinta.

Al contrario, il Giudice di Pace di Busto Arsizio, Avv. Tiziana Cairoli, ha ritenuto fondata la richiesta del passeggero – consumatore, assistito dai legali di Rimborsovoli.it che hanno evidenziato come “la causa eccezionale eccepita da easyJet non è relativa al volo per cui si chiede il riconoscimento della compensazione pecuniaria. Un determinato evento può essere invocato quale causa esonerativa soltanto quando questo si sia verificato presso l’aeroporto di arrivo o di partenza del volo e nel momento in cui il volo doveva operarsi, cosa che non è accaduta nel caso di specie”. I legali di Rimborsovoli.it hanno altresì rilevato che “la controparte non si è minimamente preoccupata di spiegare le misure precauzionali poste in essere per limitare il protrarsi del ritardo”, secondo quanto previsto dalla Corte di Giustizia UE (Sez. II, sent. 22.05.2011 n. c-249-10), che ha chiarito che “essendo tenuto a porre in essere tutte le misure del caso al fine di ovviare a circostanze eccezionali, il vettore, al momento della pianificazione del volo, deve ragionevolmente tener conto del rischio connesso all’eventuale verificarsi di tali circostanze”.

Il Tribunale di Busto Arsizio, ritenendo “non raggiunta la prova certa dell’idoneità delle contromisure adottate” da parte del vettore e “non pienamente configurata l’ipotesi prevista dall’articolo 5 comma 3”, “tenuto conto che notevole è stato il disagio provocato al passeggero”, ha quindi condannato easyJet a corrispondere allo stesso la compensazione pecuniaria, prevista dall’articolo 7 lettera A) del Regolamento (CE) 261/2004 stesso del regolamento, nella misura di euro 250,00 a passeggero.


  Il volo Ryanair FR9196 Palermo-Bergamo dell’11 Giugno 2019 ha subito un ritardo aereo di oltre 4 ore:la compagnia è tenuta a indennizzare i passeggeri
In questo caso il risarcimento previsto è pari ad € 250,00.
 
Rimborsovoli.it può ottenere gratuitamente tale importo a favore dei passeggeri.
 
Per avere maggiori informazioni e/o avviare la procedura di rimborso, contattateci compilando il nostro form o inviando una mail a info@rimborsovoli.it

  Il volo Blue Air OB4024 Napoli-Torino del 10 Giugno 2019 ha subito un ritardo di oltre 3 ore: la compagnia è tenuta a risarcire i passeggeri
Il ritardo aereo quando raggiunge la soglia delle tre ore consente ai passeggeri di ottenere un rimborso, che nel caso di specie è pari ad € 250,00.
 
Rimborsovoli.it reclamerà tale rimborso a favore dei passeggeri.
 
Per avere maggiori informazioni e/o avviare la procedura di rimborso gratuita, contattateci compilando il nostro form o inviando una mail a info@rimborsovoli.it

  Il volo Tunisair TU473 Venezia-Tunisi del 9 Giugno 2019 è atterrato con oltre 3 ore di ritardo: per i passeggeri è previsto un indennizzo
Per la tratta in questione, la perdita di tempo subita dai passeggeri ha un valore economico di € 250,00.
 
Gli Avvocati di Rimborsovoli.it agiranno contro il vettore per ottenere tale importo a favore dei passeggeri.
 
Per avere maggiori informazioni e/o avviare la procedura gratuita di rimborso, contattateci compilando il nostro form o inviando una mail a info@rimborsovoli.it

  Linate si ferma dal 27 luglio, ecco come continuare a volare da Milano.

Durante la chiusura dell’aeroporto di Milano Linate, dal 27 luglio al 27 ottobre 2019, il primo degli interventi che verrà realizzato sarà il rifacimento della pista di decollo e atterraggio. Si tratta di lavori di manutenzione straordinaria che vengono effettuati obbligatoriamente ogni 15-20 anni per garantire ai passeggeri livelli di sicurezza sempre elevati. Contemporaneamente, prenderanno il via i lavori di restyling dell’area imbarchi. Saranno rinnovati anche l’impianto che riceve le valigie (BHS) e le prepara per l’imbarco nelle stive degli aerei, aumentando ancor di più il livello di security dell’aeroporto, grazie a nuovi sistemi all’avanguardia. La riapertura di Milano Linate è prevista per il 27 ottobre 2019, ma alcuni cantieri rimarranno ancora aperti perché il percorso di rinnovamento e ampliamento dell’aerostazione continuerà sino al 2021.

Milano Malpensa si sta preparando da mesi ad accogliere voli e passeggeri di Linate per il periodo della sua chiusura, con oltre 18 milioni di euro di investimenti infrastrutturali: dalla nuova isola check-in ai nuovi gate per l’imbarco, dall’aumento dei varchi pre-filtri di sicurezza all’adeguamento dello smistamento bagagli (BHS). Questi interventi, assieme al lavoro dei colleghi di SEA, permetteranno a Malpensa di far fronte alla straordinaria affluenza di passeggeri.
Malpensa si troverà a gestire una mole di passeggeri pari a quella che avrebbe con un traffico annuale di 30 milioni di persone, 5,3 milioni in più rispetto al record di passeggeri registrato nel 2018. Per far fronte a questo considerevole aumento di traffico, su Milano Malpensa sono stati avviati nei mesi scorsi importanti interventi di rinnovamento e ampliamento (per un totale di oltre 18 milioni di euro di investimento). Si tratta di opere utili anche e soprattutto allo sviluppo dello scalo, il quale negli ultimi anni ha registrato una continua crescita per traffico di persone e di merci, e questo periodo di lavoro più intenso anticipa quella che, presumibilmente, sarà l’attività ordinaria del prossimo futuro di Milano Malpensa.

Per quanto riguarda i collegamenti con Malpensa, durante il periodo di chiusura di Linate, la linea di collegamento via treno tra Milano e Malpensa sarà potenziata con il raddoppio di tutti i convogli da e per Milano Centrale e Milano Cadorna.
Per raggiungere Malpensa in auto, sono disponibili due vie differenti: l’autostrada A4 e la A8. Nei tre mesi di chiusura, verranno diffusi i tempi di percorrenza previsti per ciascuna autostrada, così da agevolare la scelta della strada da percorre nel minor tempo possibile. Inoltre, a chi prenderà la A4 per raggiungere Malpensa e utilizzerà contestualmente i parcheggi ufficiali dell’aeroporto, verrà rimborsato il 100% del pedaggio autostradale (valido soltanto per la tratta Milano – Malpensa).
Il Comune di Milano, in partnership con SEA, promuoverà, sempre nei mesi interessati dai lavori, il servizio speciale di taxi condiviso per i viaggi point-to-point da e per l’aeroporto di Malpensa, con una tariffa predeterminata pari a 95€ da dividere per il numero di passeggeri fruitori del servizio. I punti di raccolta del servizio saranno in via Gattamelata (di fronte al Gate n° 15 del MiCo) e in via Sammartini (nei pressi dell’incrocio con via Schiapparelli, in corrispondenza della banchina dei bus per Milano Centrale – Milano Malpensa).
Gli autobus di collegamento da e per Milano saranno potenziati, con una frequenza maggiore nelle fasce orarie di picco. Al fine di migliorare la viabilità nei pressi di Malpensa e favorirne l’accessibilità, sarà rafforzata la presenza della Polizia Locale dei comuni limitrofi all’aeroporto, anche grazie al supporto della Polizia Municipale di Milano.

(INFO: www.lacittachevola.it    )

 
Rimborsovoli.it è convenzionato con Adiconsum Puglia Basilicata • Adiconsum Lombardia

Home | About | News | Faq | Utenti Soddisfatti | Info Voli | Contatti | Privacy |


googleplus rss
www.rimborsovoli.it
phone: 333 5873458 info@rimborsovoli.it
powered by: soluzionimediaweb.it
Ho bisogno di assistenza