La compagnia aerea non paga i rimborsi ai passeggeri, aeromobile dell’Ethiopian Airlines pignorato e bloccato sulla pista di Malpensa sino al pagamento

I passeggeri si erano rivolti al servizio di Rimborsovoli per far valere i propri diritti di consumatori previsti dalla normativa europea.

Un aeromobile dell’Ethiopian Airlines pignorato e bloccato a terra poco prima della partenza. E’ quanto accaduto all’aeroporto di Malpensa, lo scorso 16 dicembre: una situazione imbarazzante per la compagnia etiope, che ha involontariamente coinvolto i malcapitati passeggeri, in attesa di imbarcarsi sul volo ET713, Malpensa – Addis Abeba, delle 20:10. L’Ethiopian Airlines risultava inadempiente al pagamento dei rimborsi dovuti per voli cancellati, per i quali alcuni passeggeri si erano rivolti al servizio di Rimborsovoli.it per fare valere i propri diritti.

“Abbiamo agito a nome di passeggeri che aspettavano da tempo i rimborsi previsti dalla normativa europea – afferma Michele Tarquinio, Ceo e founder di Rimborsovoli ed avvocato del Foro di Foggia – ed Ethiopian si è dimostrata indifferente non solo alle istanze dei passeggeri, ma soprattutto alle ripetute pronunce dei Giudici italiani. Non avendo Ethiopian conti correnti o beni sul territorio italiano, abbiamo dovuto procedere con la richiesta di pignoramento di un aeromobile utilizzato per il trasporto passeggeri. Eseguita la notifica dell’ultima intimazione di pagamento, preliminare all’avvio dell’azione esecutiva, rimasta senza riscontro, abbiamo richiesto agli ufficiali giudiziari del Tribunale di Busto Arsizio, competente per Malpensa, – riferisce l’avvocato Tarquinio – il pignoramento del velivolo”.

La mattina del 16 dicembre gli avvocati di Rimborsovoli, Tarquinio, Antonia Nigro e Vincenzo Del Gaudio, si sono recati presso lo scalo aeroportuale, unitamente agli ufficiali giudiziari, che hanno proceduto a notificare l’atto alla Direzione dell’Enac, alla quale è stato chiesto di impedire la partenza dell’aeromobile del volo ET712 da Addis Abeba a Malpensa, con scalo a Fiumicino, atterrato alle ore 7:21. Questo aeromobile avrebbe dovuto operare il volo ET713 Malpensa – Addis Abeba, sempre con scalo a Fiumicino, con partenza alle ore 20:10.

Il direttore di scalo dell’Enac ha contattato la compagnia informandola che l’aereo era stato bloccato e che non avrebbe potuto lasciare il territorio italiano. Pertanto, inizialmente non è stato possibile procedere al check-in dei passeggeri che, nel frattempo, avevano raggiunto l’aeroporto per l’imbarco. Successivamente, l’aeromobile oggetto del pignoramento è decollato, seppur con circa un’ora di ritardo, in quanto la compagnia Ethiopian ha disposto il pagamento della somma dovuta ai passeggeri per un importo di 9.125 euro. La partenza, autorizzata all’ultimo dall’Enac, è potuta avvenire in quanto i legali di Rimborsovoli hanno chiesto la momentanea sospensione della procedura di esproprio.