Cinque passi per non perdere i biglietti dell’estate

Hai già prenotato i voli per le tue vacanze e temi di perdere i soldi del biglietto? Non hai ancora ricevuto l’email con la cancellazione del tuo volo? In entrambi i casi Rimborsovoli.it c’è!

Il lockdown causato dall’epidemia si sta protraendo più di quanto si potesse immaginare. Con il trascorrere dei giorni si è reso necessario cercare soluzioni ai disagi che i mesi di stop potrebbero causare al Paese in vari ambiti della vita e dell’economia. I decreti sulle restrizioni alla libera circolazione delle persone, in Italia e all’estero, sono chiaramente motivo di preoccupazione per chi aveva già prenotato una vacanza in primavera o in estate. In questa situazione, come ottenere un rimborso aereo per lockdown o per la cancellazione del volo?

Quando è possibile ottenere un rimborso 

Numerosi passeggeri stanno rinunciando ai propri viaggi. Molti altri hanno subito la cancellazione o la sospensione di voli da parte delle compagnie aeree: cosa può e deve fare un viaggiatore? In caso di cancellazione del volo, un passeggero può certamente richiedere il rimborso del biglietto, ma non ha diritto a una compensazione pecuniaria, in quanto l’emergenza sanitaria rientra tra i casi di “circostanze eccezionali” che escludono un ulteriore risarcimento. 

Voli programmati fino al 4 maggio 

Nello specifico, se si tratta di un viaggio con partenza prevista entro il 4 maggio e la compagnia aerea non ha cancellato il volo, il passeggero che non può partire a causa del contenimento da Covid-19 ha diritto a ricevere il rimborso del biglietto o un voucher di pari importo da utilizzare entro un anno dall’emissione.
La richiesta di rimborso del passeggero deve essere effettuata entro 30 giorni dalla cessazione delle restrizioni, o dalla data prevista per la partenza in caso di viaggi all’estero, e la compagnia aerea, entro quindici giorni, dovrà rimborsare il prezzo del biglietto o emettere il buono viaggio equivalente. Questa scelta alternativa, in base a quanto stabilito dal Decreto Legge n.9 del 2 marzo 2020, è lasciata alle compagnie aeree.

Voli programmati dopo il 4 maggio 

Diverso è se un viaggio programmato dopo il 4 maggio viene cancellato dalla compagnia. Questa eventualità si sta verificando sempre più di frequente, tant’è che molti vettori stanno riprogrammando la ripresa dell’attività per il prossimo autunno, prevendendo sino ad allora cancellazioni a tappeto. In questo caso il viaggiatore ha sempre diritto a ottenere il rimborso del biglietto entro sette giorni dalla cancellazione, così come previsto dalla normativa europea. Per il diritto alla compensazione in denaro, invece, si dovrà verificare la sussistenza dei presupposti previsti dal Reg. CE 261/2004, in ogni caso, l’indennizzo è escluso quando la cancellazione è stata comunicata dalla compagnia con almeno due settimane di anticipo.

5 passi per recuperare i soldi del biglietto

Bene. Se sei in una di queste situazioni, ecco come noi di Rimborsovoli.it possiamo aiutarti, gratis e senza commissioni! Siamo sempre attivi, anche durante il lockdown. Se hai già acquistato un biglietto per la tua vacanza e gli effetti dell’emergenza sanitaria hanno compromesso il tuo viaggio, non preoccuparti, basterà contattarci per difendere i tuoi diritti di viaggiatore e ottenere risposte a tutte le domande. 

Con Rimborsovoli.it ti bastano questi 5 semplici passi:

  1. Compila il form qui https://rimborsovoli.it/volo-cancellato/  o invia una mail a info@rimborsovoli.it, sarai subito ricontattato. 
  2. Cerca e inviaci:
    – il titolo di viaggio, ma basta anche un’email di prenotazione rilasciata dalla compagnia aerea o da un intermediario.
    – qualunque documentazione che permetta di attestare che hai acquistato il biglietto per quel viaggio.
    – la mail o il messaggio con cui la compagnia aerea o l’agenzia ti hanno comunicato la cancellazione del volo. 
  3. Il team di Rimborsovoli effettuerà subito una valutazione della situazione e della documentazione allegata, verificando se ci sono i presupposti per il reclamo. 
  4. A fine verifica, riceverai un’email di conferma con le deleghe da firmare per proseguire nella richiesta di rimborso. 
  5. Sottoscrivi e invia il mandato che autorizza i nostri legali ad agire contro la compagnia aerea o il tour operator.

Ricorda, il servizio è totalmente gratuito senza commissioni o detrazioni anche in caso di contenzioso. In più le spese non sono MAI a tuo carico, anche con esito negativo del procedimento. 

Qualunque sia il disservizio che hai subito, anche oltre a quelli qui descritti, se ti spetta un rimborso noi possiamo assisterti gratuitamente ottenendo quanto dovuto dalle compagnie aeree.

Chiamaci, scrivici o scarica la nostra App per contattarci in modo semplice e immediato.