Viaggiare in aereo dopo la pandemia: che tipo sei?

La pandemia ha trasformato la società, condizionando molti aspetti della vita quotidiana e modificando le nostre abitudini, dal fare la spesa al modo di lavorare, dallincontrare gli amici allorganizzare un viaggio, tutto è cambiato.

Ognuno ha reagito in base alla propria personalità, ciascuno tornerà alla normalità secondo il proprio modo di essere. Col tempo si constateranno profondi cambiamenti e fronteggeremo le notevoli conseguenze determinate dallemergenza sanitaria e dal nostro nuovo modo di vivere in una società ormai trasformata.

Molti di noi torneranno a viaggiare in aereo, ma quali tipologie di passeggero avremo?

1. Il viaggiatore scrupoloso

La stagione estiva avanza, il diffondersi dellepidemia sembrava negli ultimi mesi essersi attenuato, al contrario negli ultimi giorni i dati registrano di nuovo un aumento dei contagi. I viaggiatori più scrupolosi o più prudenti hanno già rinunciato alle vacanze, altri non hanno alcuna intenzione di farlo. Il viaggiatore scrupoloso organizza la sua vacanza in ogni dettaglio, sceglie una località sul territorio nazionale senza rischiare di essere bloccato in quarantena da qualche parte nel mondo. Permane il divieto di assembramento, ma si riprende a volare con lutilizzo di mascherine, cercando di garantire il distanziamento fisico ogni qualvolta sia possibile; luso delle cappelliere, che fino a qualche settimana fa era vietato, con lultimo dpcm che proroga al 31 luglio le misure di contenimento allemergenza corona virus, è stato nuovamente autorizzato”. I viaggiatori potranno, pertanto, utilizzare le cappelliere inserendo i propri indumenti in contenitori monouso in modo tale che non ci siano contatti tra passeggeri. È lasciata alle compagnie aeree maggiore libertà nell’organizzazione del volo, il trasporto dei bagagli a mano e le operazioni di imbarco e sbarco dallaereo saranno ora gestite autonomamente dai vettori a condizione che vengano rispettate tutte le norme per volare in sicurezza.

2. Il viaggiatore desideroso di normalità

Dopo mesi trascorsi in casa, gran parte dei viaggiatori ha solo il desiderio di rimettersi in cammino, che sia una breve vacanza o un weekend di relax, molti di noi hanno ripreso a viaggiare e volare con la normalità di sempre.

Un rapido controllo delle norme da seguire, le indicazioni stabilite dalle varie compagnie aeree sui voli e le rotte garantite e in poco tempo il viaggio è organizzato e il volo prenotato. È necessario ricordare che, anche se molti voli sono stati ripristinati, inclusi quelli che operano su rotte internazionali, è ancora vietato lingresso sul territorio nazionale dei passeggeri che nei quattordici giorni antecedenti hanno viaggiato o sono transitati in Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del nord, Moldova, Oman, Panama, Perù e Repubblica Dominicana, Romania, una lista in continuo aggiornamento sulla base dei cambiamenti delle situazioni sanitarie dei vari Stati.  

Malgrado queste limitazioni e l’emergenza in atto, non dimenticarti che ogni viaggiatore ha dei diritti riconosciuti dalla normativa europea, che in Italia è inserita e riassunta nella Carta dei diritti del passeggero” dellEnac (Ente Nazionale dellaviazione civile). Tale normativa delinea i casi in cui le compagnie aeree sono responsabili di un disservizio o un disagio (cancellazione del volo, negato imbarco, ritardo prolungato del volo) causato al passeggero che quindi ha diritto ad un risarcimento economico.

Se credi di aver subito un disservizio da parte della compagnia aerea o hai bisogno di informazioni o assistenza, rimborsovoli.it è sempre disponibile a rispondere alle domande, dunque, non esitare a contattarci.

3. Il viaggiatore temerario

Le regole per viaggiare sicuri, tutte le precauzioni da adottare in aereo o negli aeroporti, nonché la lista dei Paesi in cui è possibile viaggiare o transitare o quelli per cui è previsto un periodo di quarantena obbligatoria al rientro, sono in continua evoluzione.

Le modifiche sulle misure di contenimento e tutela che riguardano il trasporto aereo sono all’ordine del giorno, non mancheremo di aggiornare il nostro blog ogni volta che saranno introdotte nuove prescrizioni.

Per tutti i viaggiatori temerari che hanno prenotato un viaggio e sono in procinto di partire è consigliato rimanere sempre informati e aggiornati su tutte le possibili variazioni o indicazioni stabilite. Non esitate a contattare la compagnia aerea per chiedere le informazioni che vi spettano o indicazioni sulle modalità del viaggio. 

In caso di volo cancellato, è bene ribadire che dal 3 giugno tutte le cancellazioni effettuate non sono più automaticamente riconducibili allemergenza sanitaria, pertanto, le compagnie aeree per sottrarsi all’obbligo di rimborso dovranno dimostrare che il covid ed i suoi effetti sono la causa diretta della cancellazione del volo. Solo in questo caso, la compagnia potrà emettere un voucher che non richiede accettazione da parte del passeggero, ma in caso di mancato utilizzo, decorsi dodici mesi dall’emissione, sarà comunque rimborsabile. Questo è quanto previsto dall’ultimo decreto legge, il n. 34 del 19 Maggio 2020, in vigore dal 18 luglio scorso che, a seguito della procedura di infrazione annunciata dalla Commissione Europea, ha introdotto una misura che finalmente salvaguarda il diritto dei passeggeri ad essere rimborsati.

Quindi, in caso di volo cancellato i passeggeri sono comunque tutelati dalla normativa europea (Reg. CE 261/2004) che resta lunica da applicare.  

Rimborsovoli.it è pronto ad assisterti gratuitamente se pensi di aver subito un disservizio o se ti spetta un rimborso dalle compagnie aeree.

Chiamaci, scrivici o scarica lApp per contattarci in modo semplice e immediato.